BOSNIA: BELGRADO ROMPE CON KARADZIC
BOSNIA: BELGRADO ROMPE CON KARADZIC

Belgrado, 4 ago. (Adnkronos/Dpa) - Belgrado rompe con Karadzic: il governo federale serbo-montenegrino ha deciso la chiusura immediata delle frontiere con i territori occupati dai serbi in Bosnia e la fine dei contatti con Radovan Karadzic, leader dei serbi di Bosnia. Secondo quanto reso noto dalle stesse autorita' federali a Belgrado, ai rappresentanti serbo-bosniaci viene inoltre vietata la presenza in territorio serbo o montenegrino.

''Con il rifiuto del piano di pace per la Bosnia - si legge in una dichiarazione del governo - la Repubblica serba (di Bosnia) ha commesso il peggiore atto possibile di tradimento contro la Jugoslavia, Serbia e Montenegro''. Dal provvedimento per la chiusura delle frontiere sono esclusi generi alimentari, medicinali, tessili. Gli aiuti di Belgrado ai serbi di Bosnia ammontano ad oltre 1250 miliardi di lire ogni anno, secondo i corrispondenti dalla Serbia.

(Cin/As/Adnkronos)