BOSNIA: CRONOLOGIA DI UN CONFLITTO (3)
BOSNIA: CRONOLOGIA DI UN CONFLITTO (3)

(Adnkronos/Dpa) -

- 28 febbraio: i caccia dell'Alleanza Atlantica abbattono 4 aerei militari serbi sui cieli della Bosnia. - 18 marzo: dopo un accordo di cessate il fuoco, croati e musulmani della repubblica cedono alle pressioni degli americani per la firma di un accordo che istituisce una federazione croato-musulmana della Bosnia Erzegovina, che in un futuro si unira' in una confederazione con la Croazia. - aprile: la minaccia Nato di bombardare i serbi impedisce loro di annettere Goradze, enclave musulmana della Bosnia orientale, una delle sei ''zone di sicurezza'' proclamate dall'Onu (le altre sono Bihac, Sarajevo, Zepa, Tuzla e Srebrenica). - 6 luglio: il Gruppo di contatto mette a punto una mappa per la suddivisione territoriale della Bosnia Erzegovina: il 51 per cento del territorio va alla federazione croato-musulmana, il resto ai serbi. Le parti hanno tempo due settimane per decidere sul piano, una proposta ''da prendere o lasciare''. 18 luglio: croati e musulmani accettano il piano. 28 luglio: il sedicente parlamento serbo-bosniaco riunito nella roccaforte di Pale rifiuta la proposta del gruppo di contatto cosi' come era stata formulata. 30 luglio: riunito a Ginevra, il gruppo di contatto decide di incrementare le sanzioni contro la federazione serbo-montengrina. 3 agosto: i serbi di Bosnia Erzegovina respingono il piano e decidono di indire per il 27-28 agosto un referendum tra la popolazione serbo-bosniaca malgrado la minaccia di Belgrado di tagliare i ponti e sospendere gli aiuti.

(Cin/As/Adnkronos)