BOSNIA: KARADZIC - TOCCA ORA ALLA COMUNITA' INTERNAZIONALE
BOSNIA: KARADZIC - TOCCA ORA ALLA COMUNITA' INTERNAZIONALE

Belgrado, 4 ago. (Adnkronos/Dpa) - Il leader dei serbo bosniaci di Pale Radovan Karadzcic ha dichiarato questa mattina che la prossima mossa spetta ora alla comunita' internazionale, la quale dovra' dare una risposta alle ''minime richieste'' serbe di aggiustamento del piano di spartizione della Bosnia. ''La palla e' ora nel campo della comunita' internazionale''- ha affermato, intervistato dalla radio di Belgrado ''Politika''. Le sue dichiarazioni sono giunte dopo che ieri sera il parlamento dell'autoproclamata repubblica di Pale ha respinto per la terza volta il piano di pace elaborato dai paesi del Gruppo di contatto (Stati Uniti, Francia, Germania, Russia e Gran Bretagna), indicendo un referendum sulla sua approvazione per il 27 e 28 agosto.

''Chiediamo di avere all'interno della Bosnia Erzegovina uno status simile a quello della Francia o della Gran Bretagna nell'Unione Europea''- ha detto Karadzic. Il presidente del parlamento Momilo Krajisnik -intervistato dalla stessa emittente- ha aggiunto di aspettarsi l'apertura di negoziati sul piano di pace prima del referendum.

Il piano di spartizione che il Gruppo di contatto ha presentato con la formula del ''prendere o lasciare'', assegna il 51 per cento del territorio ai musulmani e il restante ai serbi bosniaci che pero' controllano il 70 per cento del paese.

(Civ/Gs/Adnkronos)