NASREEN: PERCHE' DIFENDO LE DONNE DEL BANGLADESH (2)
NASREEN: PERCHE' DIFENDO LE DONNE DEL BANGLADESH (2)

(Adnkronos)- La persecuzione contro la Nasreen era iniziata l'anno scorso quando i fondamentalisti avevano posto una taglia sulla sua testa di 100mila taka, circa 4milioni e mezzo di lire, per aver pubblicato un romanzo, intitolato ''Vergogna'', sulla persecuzione della minoranza hindu in Bangladesh. Poi la sua richiesta, espressa in un'intervista al giornale di Calcutta ''The Statesmen'', di rivedere i canoni musulmani dell'educazione femminile, ha fatto il resto. Nei suoi confronti sono stati emessi dal tribunale di Dacca due mandati d'arresto, mentre gli integralisti ne chiedevano l'impiccagione e il pubblico ludibrio durante un oceanico raduno in cui e' stata bruciata la sua effigie.

Taslima e' stata costretta a vivere per oltre due mesi in clandestinita', inoltrando a molti paesi europei la domanda di asilo, fino a ieri quando si e' presentata in tribunale e ha ottenuto la liberta' su cauzione. Ora la scrittrice femminista e' in attesa del primo dibattimento, in cui rispondera' dell'accusa di blasfemia.

(Stg/As/Adnkronos)