ARGENTINA: MENEM MINACCIA ESPULSIONE AMBASCIATORE IRAN
ARGENTINA: MENEM MINACCIA ESPULSIONE AMBASCIATORE IRAN

Buenos Aires, 10 ago. (Adnkronos/Dpa) - Si acuisce la crisi diplomatica scoppiata tra Argentina e Iran sull'onda delle accuse lanciate a Teheran per l'attentato costato il mese scorso la morte di 96 persone in un centro ebraico di Buenos Aires. Dopo il mandato di cattura spiccato dal giudice bonaerense Juan Jose Galeano contro quattro diplomatici iraniani, il presidente argentino Carlos Menem e' arrivato a minacciare l'espulsione dell'ambasciatore della Repubblica islamica dell'Iran in Argentina, Hadi Soleiman Por. ''Dai fatti emersi, e se viene provato il coinvolgimento dei diplomatici iraniani, il minimo che si possa contemplare e' l'espulsione dell'ambasciatore dell'Iran -ha dichiarato Menem all'emittente radiofonica ''9.90'' di Buenos Aires- e' una opinione che manifesto a caldo, ma confermo che questo sara' deciso dal ministero degli Esteri tenendo conto dei precedenti''.

I nomi dei quattro diplomatici iraniani colpiti da mandato di cattura, tra i quali figura l'addetto culturale Moshen Rabbani, sono stati fatti a Caracas, Venezuela, da un ''pentito'' iraniano di nome Manouceh Motamer, personaggio sulla cui attendibilita' sono stati sollevati dubbi da piu' parti. La decisione del giudice Galeano ha suscitato vivaci proteste a Teheran.

(Lun/Pan/Adnkronos)