BOSNIA: AVANZANO LE TRUPPE DI SARAJEVO
BOSNIA: AVANZANO LE TRUPPE DI SARAJEVO

Sarajevo/Zagabria, 10 ago. (Adnkronos/Dpa)- I soldati dell'esercito bosniaco hanno respinto le forze serbe e stanno avanzando sia ad ovest che a nord su tutte le linee del fronte. E' quanto afferma questa mattina radio Sarajevo, aggiungendo che le forze a maggioranza musulmana sono penetrate di parecchi chilometri nel territorio controllato dai serbi presso la citta' di Gracanica facendo numerosi prigionieri. I serbi hanno risposto bombardando i villaggi della zona.

Continua l'avanzata delle truppe di Sarajevo anche nell'enclave occidentale di Bihac, dove -riferisce la radio bosniaca- ''le truppe autonomiste sono in rotta e il loro leader Fikret Abdic e' fuggito a Knin, capitale della Krajina''. Gia' ieri l'Onu aveva reso noto che migliaia di persone, fedeli al leader musulmano che aveva proclamato la secessione da Sarajevo in autunno, erano fuggiti nell'area controllata dai serbi in Croazia.

Ieri sera l'inviato dell'Onu per gli Affari civili nell'ex Jugoslavia Sergio de Melho ha incontrato a Belgrado il presidente serbo Slobodan Milosevic, secondo quanto riferisce l'agenzia indipendente Beta. Al colloquio erano presenti anche Borislav Mikelic, leader dei serbi della Krajina, Zvomir Markovic, responsabile dell'ufficio di collegamento croato a Belgrado, il capo del governo serbo Mirko Marjanovic e il comandante di stato maggiore dell'esercito serbo, generale Momcilo Perisic. Malgrado non sia stato reso noto il contenuto dei colloqui, la scelta dei partecipanti fa pensare ad un tentativo di mediazione fra il governo croato e i ribelli serbi della Croazia, condotto da de Melho e Milosevic.

(Civ/Bb/Adnkronos)