EROI: I GIOVANI NON NE HANNO PIU'
EROI: I GIOVANI NON NE HANNO PIU'

New York, 10 ago. (Adnkronos/Shn) - Non solo non c'e' piu' religione, ma non ci sono neanche piu' eroi. E i giovani ne hanno ancor meno. E' il risultato, forse nemmeno troppo sorprendente, di un sondaggio lanciato da Scripps Howard, la piu' grande catena di servizi giornalisti americana, che alla luce di sensazioni diffuse sullo stato della societa', e ancor piu' dell'incredibile partecipazione popolare alle vicende del ''mitico'' O.J. Simpson, ha interrogato un campione rappresentativo di mille americani con la collaborazione dell'Universita' dell'Ohio.

Il risultato piu' evidente e' che alla domanda ''lei ha un suo eroe personale?'', la risposta e' stata divisa fra si' e no esattamente al cinquanta per cento. Ma, a parte il fatto che gli eroi sono sempre gli stessi, quelli ''collaudati'' dalla storia americana, come John Kennedy (di gran lunga il piu' votato), Martin Luther King, Abramo Lincoln e cosi' via, le cose piu' interessanti emergono dal voto: i giovani e i meno educati sono quelli che meno sentono il bisogno di avere la figura di un eroe come punto di riferimento, e una forte maggioranza degli intervistati ritiene che oggi l'eroe sia una figura molto meno alla moda di un tempo.

Nella categoria 18-24 anni, il 46 per cento ha un eroe personale, il 54 no, il divario sale al 40-60 nella categoria 25-44 anni. Per avere una forte maggioranza di persone con un eroe personale come punto di riferimento bisogna cercare nella catetoria 45-64 anni (59 si' e 41 no). E per quanto riguarda il censo, non sentono bisogno di eroi i piu' poveri (reddito di diecimila dollari o meno, 45 si' contro 55 no), mentre oltre i 60mila dollari di reddito l'anno sentono il bisogno di un eroe personale o popolare come punto di riferimento il 65 per cento, contro il 35 per cento di no. (segue)

(Cab/Gs/Adnkronos)