NASREEN: SI E' RIFUGIATA A STOCCOLMA
NASREEN: SI E' RIFUGIATA A STOCCOLMA

Stoccolma, 10 ago. (Adnkronos/Dpa) - Taslima Nasreen ha ottenuto asilo in Svezia. Dopo le prime voci, che la volevano fuggita in Norvegia per scampare alle minacce dei fondamentalisti islamici, la scrittrice bengalese e' arrivata oggi a Stoccolma, ufficialmente per aver accettato l'invito della sezione svedese della associazione mondiale degli scrittori (PEN) e per poi presiedere a settembre una conferenza sulla liberta' di espressione, organizzata dall'associazione norvegese degli scrittori a Stavanger. Ma il ministero degli Esteri svedese e l'agenzia di notizie del paese scandinavo TT hanno poi precisato che la Svezia ha offerto a Nasreen asilo politico.

Inizialmente un quotidiano di Dacca, la capitale del Bangladesh, aveva rivelato che la Nasreen stamattina si era recata all'aeroporto in compagnia di un diplomatico norvegese, che l'aveva aiutata ad espletare le formalita' di imbarco. Invece sembra che Taslima abbia lasciato il Bangladesh gia' ieri e raggiunto Bangkok da cui poi sarebbe partita alla volta dell'Europa. Gli integralisti avevano imposto alle autorita' bengalesi di non permettere che la scrittrice abbandonasse il paese visto che la Nasreen e' stata sottoposta a liberta' condizionale, dopo essersi presentata il 3 agosto scorso davanti al tribunale per rispondere all'accusa di blasfemia e offesa alla religione. Ma gli avvocati della scrittice avevano poi ottenuto dalle autorita' il permesso di lasciare il paese per la loro cliente. Taslima non e' la prima intellettuale bengalese a rifugiarsi all'estero dopo le minacce di morte degli estremisti: un poeta, Daud Haider era fuggito in India nel 1974, dopo che le sue opere erano state ritenute blasfeme.

(Stg/Pan/Adnkronos)