PAKISTAN: BHUTTO AGLI USA, O GLI AEREI O I SOLDI
PAKISTAN: BHUTTO AGLI USA, O GLI AEREI O I SOLDI

Islamabad, 10 ago. - (Adnkronos/Dpa) - Il primo ministro pachistano Benazir Bhutto ha fatto sapere oggi agli Stati Uniti che il Pakistan esige la consegna dei 38 F-16 acquistati in America o la restituzione dei soldi, esattamente 659 milioni di dollari, pagati per la transazione: si tratta di un rapporto commerciale che non ha nulla a che vedere con gli ''stretti'' rapporti fra i due paesi, ha precisato il primo ministro, che non ne saranno comunque condizionati. La presa di posizione e' venuta in seguito alla dichiarazione di funzionari americani secondo i quali il contratto e' stato ''messo in naftalina'' perche' il Pakistan si rifiuta di fare chiarezza sulla posizione del suo programma nucleare.

La Bhutto ha spiegato che gli stretti rapporti fra il suo paese e gli Stati Uniti sono essenziali per la pace globale e per fermare la proliferazione nucleare con relativa corsa al missile nell'Asia meridionale, e non saranno certo condizionati ''dalla vendita di qualche aereo''. La precisazione fa seguito ad una dichiarazione precedente di un portavoce del ministero degli Esteri di Islamabad secondo il quale il Pakistan ''non accettera' ulteriori limitazioni discriminatorie'' al fine di ottenere gli F-16. Il portavoce ha aggiunto: ''Il Pakistan trovera' soluzioni alternative per la propria difesa aerea''. Gia' tempo addietro, il vice segretario di Stato americano Strobe Talbott, nel corso di una visita in India e Pakistan aveva espresso la convinzione che la consegna degli F-16 sarebbe andata in porto qualora il Pakistan avesse accettato di sottoporre a verifiche il suo programma nucleare. (segue)

(Cab/Pan/Adnkronos)