BUTTIGLIONE-D'ALEMA: SALTA SECONDO INCONTRO A GALLIPOLI
BUTTIGLIONE-D'ALEMA: SALTA SECONDO INCONTRO A GALLIPOLI
SEGRETARIO PPI, NON AVEVO MAI CONFERMATO...

Roma, 17 ago. (Adnkronos)- Salta il secondo 'vertice', questa volta pubblico, a Gallipoli tra Rocco Buttiglione e Massimo D'Alema. Il 'remake' dell'incontro a pranzo di inizio agosto era previsto nella cornice del centro 'Buon Pastore' della citta' pugliese, per iniziativa del sindaco pidiessino e del parroco insieme. Ma, alle 21 di sabato 20 agosto il segretario del Ppi, apprende l'Adnkronos, non ci sara', lasciando solo il suo concittadino D'Alema ora in barca per le isole greche, ma dato sulla via del ritorno proprio per partecipare alla seconda tornata del 'faccia a faccia' con Buttiglione.

''C'erano stati contatti informali e molto sommari -fa dire il leader del Ppi al suo addetto stampa- ma nessuna conferma da parte nostra o di Buttiglione. Quindi, non abbiamo mai messo l'incontro in calendario. Il 19 e il 20 agosto, Buttiglione sara' a Trento per il ricordo di De Gasperi nel 40esimo anniversario della morte. Ci sara' il cardinale Ruini a dire la messa e, forse, anche il presidente della Repubblica...''. Il 'no' del 'professore' arriva pero' inatteso a Gallipoli e provoca anzitutto la reazione del delussissimo sindaco Flavio Fasano.

''Ma come fanno a dire che non c'era conferma? -chiede, quando apprende da Roma che il 'no' di Buttiglione, prospettatogli poche ore prima dal parroco Don Marcello Spada, e' diventato ufficiale- Era stato proprio Buttiglione a scegliere il giorno...''. Pochi minuti e Fasano riesce a parlare direttamente al telefono con Buttiglione. La sua delusione resta, ma i toni sono piu' morbidi. ''Prendo atto che, evidentemente, abbiamo equivocato sulla data -spiega- Buttiglione mi ha assicurato che, se non verra', non sara' per ragioni politiche... Spero che potremo fare l'incontro in un altro giorno''.

Fasano parlera' con D'Alema solo sabato mattina, ma anticipa: ''L'incontro ci sara' lo stesso. Anche solo con D'Alema. Cancellarlo sarebbe scorretto verso la gente: chi non verra' sara' giustificato per come, a questo punto, si puo' giustificarlo...''. (segue)

(Pnz/As/Adnkronos)