CONVEGNI: 'MONTAGNA, RISCHIO E RESPONSABILITA'' A COURMAYEUR
CONVEGNI: 'MONTAGNA, RISCHIO E RESPONSABILITA'' A COURMAYEUR

Roma, 19 ago. (Adnkronos) - I problemi quotidiani e gli interrogativi in termini di responsabilita' legati all'esercizio della professione di maestro di sci e di guida alpina a confronto con le risposte del diritto civile, penale, delle assicurazioni e di quelle della giurisprudenza. Questo il tema che verra' affrontato in occasione del secondo incontro su ''Montagna, rischio e responsabilita': i limiti della responsabilita' del maestro di sci e della guida'' promosso dalla Fondazione di Courmayeur, che si svolgera' domani presso il Centro Congressi Monte Bianco di Courmayeur a partire dalle ore 9.30.

La Fondazione di Courmayeur si e' posta sin dalla nascita l'obiettivo di diventare un ''polo'' di sviluppo, studio ed eventuale soluzione dei problemi che interessano la montagna in generale - con un occhio di riguardo per le ragioni alpine - e l'alta montagna in particolare. Per queste ragioni la Fondazione ha deciso di riunire studiosi di legge, tecnici ed operatori del settore che ritengono che molto si possa fare per rendere le nostre montagne piu' sicure, a partire proprio dai comportamenti di chi le ama.

Tra questi, e relatori e del Convegno, Lodovico Passerin d'Entreves, Presidente della Fondazione di Courmayeur, Adolfo Beria di Argentina, Procuratore generale onorario della Corte di Cassazione, Giovanni Maria Flick dell'Universita' Luiss di Roma, Giuseppe Sena dell'Universita' degli studi di Milano, Silvio Pieri, Procuratore generale della Repubblica di Torino, Roberto Rota, direttore della Scuola di Sci Monte Bianco, Ruggero Pellin e Hans Marguerettaz della Societa' delle Guide di Courmayeur, Vincenzo Torti, Presidente della Commissione legale del Cai. Le conclusioni dei lavori sono affidate a Luciano Caveri, Deputato al Parlamento e Roland riz, Senatore della Repubblica.

(Com/As/Adnkronos)