I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Dacca. Almeno 200 persone sono morte annegate nel Bangladesh meridionale nei pressi di Chandpur nel naufragio di un traghetto fluviale in viaggio dalla capitale Dacca alla citta' emridionale di Shariatpur. Il traghetto a due piani si e' improvvisamente rovesciato e si e' inabissato nel fiume Meghna 75 chilometri a sud di Dacca. Sessanta passeggeri si sono salvati a nuoto. Il traghetto traportava operai e famigliari diretti ad un festival islamico a Shariatpur.

Bonn. Nuovo episodio di violenza razzista in Germania: un incendio e' stato appiccato da ignoti alla casa in cui abitavano un gruppo di immigrati rumeni e delle repubbliche ex sovietiche, a Mitterfelden nel sud del paese. Nessuna vittima, solo qualche danno provocato dalle fiamme, grazie al tempestivo intervento dei vigili del fuoco. I malviventi hanno lanciato due bombe molotov, una sulla terrazza della casa e l'altra su un balcone del primo piano.

Atene. Il governo greco ha cominciato ad espellere migliaia di albanesi illegalmente presenti in Grecia in risposta al processo in corso a Tirana contro cinque albanesi di origine greca che ora, accusati di spionaggio a favore di Atene e di detenzione illegale di armi, rischiano la pena di morte. Fino a ieri erano gia' 2.500 gli albanesi espulsi dalla Grecia, dove attualmente ne vivono 350 mila senza regolare permesso di soggiorno. Il governo ellenico, che accusa l'Albania di impiegare mezzi da regime totalitario per espellere la minoranza greco-albanese, di 300 mila persone secondo Atene, di sole 60 mila secondo Tirana, ha espresso inoltre preoccupazione per l'entita' della repressione che sarebbe in atto nel paese confinante.

Islamabad. Nonostante la diminuzione del tasso nazionale di incremento demografico dal 3,1 per cento al 2,9 oltre 26 mila madri pakistane all'anno continuano a morire di parto e circa 300 mila donne soffrono di disturbi all'apparato genitale. Lo ha rilevato il presidente dell'associazione di pianificazione familiare Atiya Inayatullah nel corso di un incontro avvenuto a Karachi, capitale della provincia Sindh, nell'ambito della preparazione della quinta Conferenza internazionale sulla popolazione e lo sviluppo, che comincia tra 15 giorni al Cairo.

Manila. I mari asiatici continuano ad essere infestati da pirati assetati di sangue e bottino, come in un libro di avventure salgariano. Cinque pirati armati di coltello e a bordo di un motoscafo hanno affiancato stamattina un rimorchiatore giapponese, che navigava nella baia di Manila, e hanno costretto l'equipaggio a consegnare tutti i valori a bordo del ''Fukumuru 8''. Per sollecitare gli altri a privarsi dei loro averi, i pirati hanno tagliato il dito medio al capitano del rimorchiatore, hanno amputato un braccio ad un altro membro dell'equipaggio e ne hanno feriti altri tre. Il bottino estorto con tanta ferocia consiste in 375 dollari di Singapore, 40 mila yen, gioielli e un binocolo. (segue)

(Dis/Bb/Adnkronos)