PENSIONI INVALIDITA': COSTA - STRUTTURA CONTROLLO AD HOC
PENSIONI INVALIDITA': COSTA - STRUTTURA CONTROLLO AD HOC

Roma, 30 ago. (Adnkronos) - ''L'incontro di Palazzo Chigi e' stato sicuramente positivo e la strada intrapresa portera' risultati utili. Per ora giochiamo in difesa, nel senso che la nostra azione -per quanto riguarda le invalidita' civili- e' destinata nell'immediato a contenere quella crescita che emerge dalle cifre indicate dal Tesoro che, se non controllate, porterebbero -anche per l'invecchiamento della popolazione- a 20-25 mila miliardi annui di spesa. Lo ha sottolineato in una dichiarazione il ministro della Sanita' Raffaele Costa.

''E' emersa pero' anche la volonta' di incidere sulle pensioni per invalidita' civile ingiustificate: non a caso -ha aggiunto- uso questo termine e non quello di ''falsi invalidi'', perche' la concessione delle pensioni di invalidita' che ora riteniamo in parte illegittime sono state attribuite sulla base di tabelle e parametri di riferimento successivamente modificati, progressivamente, in senso restrittivo. C'e' poi una quota -modesta- di pensioni concesse troppo facilmente. Le une e le altre possono essere cancellate ma solamente se si arrivera' ad una revisione generalizzata attraverso commissioni ad hoc.

''Il vero nodo -ha continuato Costa- e' quello di ideare a creare strutture nell'ambito delle singole Usl che siano capaci, da un lato, di esaminare correttamente e tempestivamente le nuove domande (ve ne sono circa 1.450.000 pendenti) e dall'altro di compiere una bonifica completa delle pensioni ingiustificate''.

(Red/Gs/Adnkronos)