SCUOLA: BOOM DELLO 'ZAINETTO'
SCUOLA: BOOM DELLO 'ZAINETTO'

Roma, 30 ago. (Adnkronos) - Oltre 300 miliardi, la meta' di quelli realizzati dalla vendita di tutti gli altri prodotti scolastici, sono i denari investiti dai ragazzi italiani negli zainetti porta-libri.

Il 50 per cento del fatturato delle vendite dell'intero settore scolastico e' stato dunque destinato dai bambini all'acquisto di questi spiritosi, irresistibili sacchi che, con i loro personaggi ed i loro fumetti, non hanno rivali nel mercato moderno. Addio, dunque, vecchia e romantica cartella. Benvenuto 'zainetto-tutto fare' a prova di motorini, scale e baruffe.

La resistenza di questo moderno 'porta-libri' e' stata studiata, in questi giorni, in un laboratorio specializzato su richiesta specifica de ''Il Salvagente, settimanale dei diritti, dei consumi, delle scelte''.

Le prove di laboratorio non hanno risparmiato nessuno (tutte le grandi marche sono state analizzate) ed i risultati ottenuti 'consigliano' di ''prendere precauzioni prima dell'acquisto''. Accanto ai modelli che hanno suparto il test ''ve ne sono altri troppo deboli, non perfettamente impermeabili e con prezzi spropositati, dovuti piu' alla fama del personaggio che rappresentano che non al prodotto offerto''.

Notizie confortanti vengono, invece, sulle conseguenze di queste borse sulla giusta posizione delle spalle degli scolari che le indossano. Anzi, a giudicare dall'inchiesta del settimanale, le malformazioni della spina dorsale che fino a qualche anno fa erano imputabili anche alle cartelle piene di libri, ora sono in diminuzione. Rimangono, pero', quelle dovute all'altezza dei banchi, tutti uguali e spesso non proprio adatti alle diverse stature dei piccoli scolari.

(Com/Pan/Adnkronos)