ARMATA ROSSA: VIA DALLA GERMANIA E DAI BALTICI (3)
ARMATA ROSSA: VIA DALLA GERMANIA E DAI BALTICI (3)

(Adnkronos) - L'ultimo militare a partire sara' domani il generale Matvei Burlakov, comandante di tutte le truppe nella Germania est, probabile futuro vice ministro della Difesa. In questi ultimi mesi ha organizzato decine di cerimonie di saluto con parate e feste popolari e avrebbe voluto sfilare assieme ai comandanti americano, britannico e francese. Ma i soldati ex sovietici non vanno via rimpianti e domani la cerimonia riguardera' solo loro. Il cancelliere Helmut Kohl e il presidente russo Boris Eltsin passeranno in rivista una guardia d'onore e porranno corone di fiori in memoria dei morti sovietici. Poi seguira' una grande festa all'ambasciata russa e una cena offerta dal presidente tedesco Roman Herzog. A ricordare 49 anni di presenza sovietica in Germania rimarranno allora solo due monumenti: uno con due carri armati presso il Reichstag (Parlamento) di Berlino, l'altro -una serie di pannelli con citazioni di Stalin- nel parco di Treptow nella parte est di Berlino.

Con la partenza da Germania, Estonia e Lettonia sono in tutto 700mila i soldati dell'ex Urss tornati in patria dai paesi che un tempo facevano parte del Patto di Varsavia e a loro vanno aggiunti 500mila civili, fra familiari e personale amministrativo.

Assieme ai soldati -ha dichiarato recentemente a Mosca il portavoce del ministero della Difesa generale Vladimir Kossarev- sono stati riportati in Russia 3.500 tank, 7.400 veicoli blindati, 3.300 pezzi di artiglieria, 1.600 aerei, 1.100 elicotteri, 17 sottomarini e 277 fra navi da guerra e altre imbarcazioni.

(Civ/Gs/Adnkronos)