CIPRO: ANKARA APPOGGIA LA CHIUSURA DI DENKTASH
CIPRO: ANKARA APPOGGIA LA CHIUSURA DI DENKTASH

Ankara, 30 ago. (Adnkronos/Dpa)- La Turchia ha dato oggi il suo pieno appoggio alla risoluzione votata domenica scorsa dal Parlamento della Repubblica turca di Cipro del nord, che ha respinto l'ipotesi di una soluzione federativa all'ormai ventennale divisione dell'isola. Alla vigilia della sua prima visita ufficiale nella repubblica turco-cipriota, non riconosciuta dalla comunita' internazionale, il neo ministro degli Esteri di Ankara, Mumtaz Soysal, ha definito la decisione del Parlamento turco-cipriota, che di fatto segna un irrigidimento nei confronti della controparte greca, la testimonianza della ricerca di una soluzione ''realistica e percorribile''.

''Se il conflitto cipriota non viene risolto -si legge inoltre nella dichiarazione del ministro degli Esteri turco- sara' compito ineludibile ed onorevole per la Turchia prendere le misure necessarie per non abbandonare il popolo turco-cipriota alle pericolose conseguenze della situazione''.

In una dichiarazione rilasciata a Nicosia, il presidente turco-cipriota Rauf Denktash ha intanto confermato che non si ricandidera' alle presidenziali del prossimo anno, ma ha ammonito i turco ciprioti a ''sorvegliare'' la loro sovranita', ''altrimenti Cipro rischia di diventare come Creta, un'isola greca ripulita dei turchi''.

(Stg/Gs/Adnkronos)