CUBA: ADERISCE AL TNP (2)
CUBA: ADERISCE AL TNP (2)

(Adnkronos/Dpa) - La Guardia costiera americana informa che il numero dei profughi cubani raccolti negli Stretti della Florida e' tornato ad aumentare: dai tremila al giorno della scorsa settimana si era arrivati domenica ad appena 84 ''balseros'', ma ieri il numero dei profughi era aumentato a 295 e oggi si prevede un ulteriore aumento, nonostante il divieto posto dall'Avana alla partenza dei minorenni e delle ''balsas'' (zattere) insicure. Dall'inizio del mese, sono 18mila i ''balseros'' cubani raccolti dalla ''Us Coast Guard'', 15mila dei quali si sono aggiunti ai 16mila ''boat people'' da tempo ospiti della basa navale americana a Cuba di Guantanamo, situata nell'estrema punta orientale dell'isola mille chilometri ad est dell'Avana. Il governo di Panama ha dal canto offerto ''ospitalita''' a 10mila cubani, a patto pero' che vengano alloggiati nelle basi americane della Zona del canale a spese di Washington.

Il regime castrista pare nel frattempo propenso a rispondere positivamente alla presunta disponibilita' americana a barattare la fine dell'esodo dei profughi cubani con la concessione dei 20mila visti l'anno riservati ai cubani dagli accordi sottoscritti nel lontano 1984 dall'Avana e da Washington (dal 1987 l'Ufficio di interessi americano a Cuba ha concesso una media di appena 2.000 visti l'anno). Il ''Granma'', organo del Partito comunista cubano (Pcc), ha infatti definito un ''segnale positivo'' di ''flessibilita' politica'' l'avvio giovedi' al Palazzo di Vetro dei colloqui cubano- americani sull'emigrazione in un editoriale significativamente intitolato ''C'e' ancora tempo per una riflessione sensata''.

(Lun/Pan/Adnkronos)