GANG GIOVANILI: USA, LA SOLUZIONE DELLE DIVISE SCOLASTICHE
GANG GIOVANILI: USA, LA SOLUZIONE DELLE DIVISE SCOLASTICHE

Los Angeles, 30 ago. (Adnkronos/Dpa) - Addio jeans, magliette con scritte e giubbotti alla moda: dal prossimo anno gli studenti delle scuole californiane potrebbero andare a lezione in divisa. Una nuova legge dello Stato della California permette ai distretti scolastici di imporre agli studenti l'uso di uniformi per arginare la guerra fra gang giovanili, i cui membri si riconoscono dai vestiti e sparano contro chiunque indossi un indumento del colore della banda nemica. E si spera cosi' di metter fine a furti e rapine a mano armata ai danni dei compagni dotati dei giubbotti piu' belli, che in alcuni casi ci hanno anche rimesso la vita.

Dal 1979 al 1991 almeno 50mila bambini e ragazzi americani sono rimasti vittime della guerra tra gang, quasi lo stesso numero di soldati statunitensi morti in Vietnam. Nell'area di Los Angeles, ad esempio, le due principali bande, i ''Crips'' e i ''Bloods'', si vestono rispettivamente di blu e di rosso e aggrediscono i passanti che indossano i colori della gang avversaria. Per questo gli abitanti della zona hanno alterato il loro abbigliamento, cercando di evitare le due tinte proibite. Le uniformi scolastiche, che sono costituite da pantaloni o gonna grigi o blu e giacca di una tonalita' piu' chiara, potrebbero aiutare ad arginare la violenza.

(Stg/As/Adnkronos)