ISRAELE: E' CRISI, MUSSA SALTA IL MEMORIALE OLOCAUSTO
ISRAELE: E' CRISI, MUSSA SALTA IL MEMORIALE OLOCAUSTO

Tel Aviv, 30 ago (Adnkronos/Dpa) - Tensione fra i vertici israeliani per la decisione del ministro degli Esteri egiziano, Amre Mussa, di non visitare il memoriale all'Olocausto di Gerusalemme ''Yad Vashem'', di fatto una tappa obbligata di tutti i dignitari esteri invitati nello Stato ebraico.

Mussa, che arrivera' in Israele nelle prossime ore per il suo primo viaggio ufficiale (i precedenti viaggi erano stati definiti nel preciso linguaggio diplomatico solo ''visite di lavoro'') afferma di non essere riuscito a inserire una sosta al memoriale per problemi di tempo e non ha cambiato programma neanche in seguito a una richiesta del ministro degli Esteri israeliano, Shimon Peres, che ieri ha telefonato al Cairo per convincere la sua controparte a fermarsi almeno un istante al Memoriale.

A nulla sono valse le promesse del capo della diplomazia del Cairo, che ha garantito di recarsi al memoriale in occasione della sua prossima visita in Israele: l'ex ministro degli Esteri David Levy non partecipera' alla cena di Stato prevista per questa sera in segno di protesta.

Nelle trenta ore in cui si fermera' in Israele Mussa visitera' invece alcuni luoghi santi di Gerusalemme, in particolare i siti contesi fra la Chiesta copta egiziana e la chiesa etiopica.

(Sip/As/Adnkronos)