IZETBEGOVIC: SI' AL PIANO PER I PROFUGHI DI BIHAC
IZETBEGOVIC: SI' AL PIANO PER I PROFUGHI DI BIHAC

Zagabria, 30 ago. (Adnkronos/Dpa) - Il presidente bosniaco, Alija Izetbegovic, ha accettato oggi il piano internazionale che prevede il rientro dei 30mila profughi fuggiti - dopo l'offensiva finale sferrata dal governo bosniaco contro i miliziani secessionisti - dall'enclave musulmana di Bihac, nella Bosnia occidentale, in direzione di una delle zone in territorio croato sotto controllo serbo.

Il piano, in sette punti, prevede la creazione sotto gli asupici delle Nazioni Unite e della polizia civile di un centro di accoglienza che gestisca il reinserimento dei rifugiati nelle loro terre di origine. Alle Nazioni Unite inoltre verrebbe affidato il compito di verificare l'attuazione dell'amnistia offerta ai sostenitori di Fikret Abdic, che ha guidato la rivolta separatista.

Nella sua dichiarazione, il presidente bosniaco promette ai profughi in eta' di leva che non dovranno prestare servizio nell'esercito bosniaco per almeno sei mesi. Gli osservatori occidentali sono comunque scettici sulla possibilita' che i profughi ritornino a casa, considerato che il leader Fikret Abdic ha rifiutato, nel corso dei negoziati con rappresentanti delle Nazioni Unite e degli Stati Uniti, di cercare di convincerli a rimpatriare.

(Cin/Gs/Adnkronos)