UCRAINA: CROLLA IL KARBOVANEZ, CRITICHE A KUCHMA
UCRAINA: CROLLA IL KARBOVANEZ, CRITICHE A KUCHMA

Vienna/kiev, 30 ago. -(Adnkronos)- Di fronte alla caduta libera della moneta di transizione ucraina, il Karbovanez, si moltiplicano le critiche nei confronti della politica finanziaria del nuovo presidente Leonid Kuchma. Nelle principali banche di Kiev, il dollaro costava martedi' tra i 54 e i 55 mila Karbovanez: solo due settimane fa il tasso di cambio si aggirava attorno ai 45 mila Karbovanez, mentre il tasso ufficiale e' di 20500 Karbovanez.

Il primo ministro Vitali Massol ha collegato il crollo della valuta alla riapertura del mercato dei cambi, prevista per il 1 ottobre da un decreto emanato la settimana scorsa dal presidente Kutschma. Massol ha dichiarato al quotidiano ''Kiewskie Wedomosti'' (edizione di martedi') che, per garantire la stabilita' del tasso di cambio, Kiev dovrebbe intervenire giornalmente con 100 milioni di dollari, ''una somma che l'Ucraina non si puo' permettere''.

Il progetto di riassestamento finanziario di Kutschma prevede l'allineamento del tasso di mercato a quello ufficiale entro la fine dell'anno. Il consigliere economico di Kuchma, Vladimir Kusnezov, citato dall'agenzia interfax, sostene invece che la debolezza della valuta sia dovuta all'approvazione di crediti a basso costo a favore del settore agricolo, decisa dal parlamento e dal governo.

(Nsp/Pan/Adnkronos)