AUTO: QUANDO L'AMBIENTE E' UN OPTIONAL
AUTO: QUANDO L'AMBIENTE E' UN OPTIONAL

Roma, 5 set. (Adnkronos) - Di ''verde'' nella migliore delle ipotesi scelgono solo il colore della loro auto. Ma dal punto di vista pratico -si legge nello speciale Adnkronos ''Territorio e Ambiente'' di questa settimana- la coscienza ecologica degli automobilisti europei lascia davvero a desiderare. Hanno una scarsa passione per la benzina senza piombo, preferiscono, finche' possibile, non montare la marmitta catalitica, sono decisamente freddi sulla tassa sui carburanti e sostengono appassionatamente chi propone incentivi per l'acquisto di un'auto nuova.

A descriverne con un pizzico di ironia vizi e peccati ambientali e' Iso Group, un istituto di consulenza internazionale al quale l'Europcar ha affidato per il secondo anno di seguito una ricerca sul comportamento e la sensibilita' ecologica degli europei al volante. E le 11mila interviste realizzate in 13 paesi dal dicembre '83 al marzo '94 confermano il tormentato rapporto fra quattro ruote ed ecologia, anche se qualche buona sorpresa non manca: chi avrebbe pensato che ben il 77pc degli automobilisti italiani ammette di danneggiare l'ambiente usando l'auto, anche se i sensi di colpa sembrano colpire soprattutto i lussemburghesi (90 pc), i tedeschi (88 pc) e, sorpresa, i greci (85 pc). (segue)

(Ccr/Gs/Adnkronos)