I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Venezia. La passione per le slot-machine ha fruttato un miliardo di lire ad un commerciante veneto. L'uomo aveva messo nella macchinetta mangia soldi solo 15.000.000 lire e si e' visto restituire ben 932.713.000 lire. La vincita, segnalata dalla slot-machine con una festa di luci e musica, ha richiamato l'attenzione di tutti i presenti.

Torino. Con una telefonata anonima, giunta in mattinata al quotidiano 'La Stampa', e' stato rivendicato l'attentato incendiario alla sede torinese del Carroccio. Lo sconosciuto ha affermato che il gesto e' stato compiuto in segno di ''solidarieta' al centro sociale Leoncavallo di Milano''. Gli inquirenti sono scettici sull'attendibilita' della rivendicazione. Sul fatto sta indagando la Digos. I danni alla sede della Lega sono stati molto limitati grazie al pronto intervento dei Vigili del fuoco. Il tutto si e' risolto con una 'bruciacchiatura' della porta di ingresso.

Washington. Una donna e' riuscita a riavere il suo bambino rapito dal padre e portato in Iraq. Michelle Al-Nassari di 28 anni si era rivolta ad un'agenzia specializzata nel recupero di bambini rapiti. Su invito dell'agenzia la donna ha convinto il marito, dopo ore di colloqui telefonici, ad incontrarsi con lei in Inghilterra dove le autorita' britanniche lo hanno arrestato permettendo cosi' alla donna di riprendere il suo bambino.

Manila. Rischiano di essere condannati a morte i due trafficanti di droga europei arrestati l'anno scorso. Helmut Herbst, 46 anni, tedesco, e Remo della Corte, 31 anni, svizzero, potrebbero incorrere nella pena capitale o, al meglio, all'ergastolo per essere stati trovati dalle autorita' filippine in possesso di 22 chili di hashish nella localita' turistica di Puerto Galera, 250 chilometri a sud della capitale. Il pubblico ministero Emmanuel Medina afferma che l'eventualita' dell'applicazione della pena di morte e' affidata alla discrezionalita' del giudice. I due spacciatori vennero arrestati in un raid effettuato dagli agenti per l'immigrazione, che trovarono chili della sostanza nascosta nel villino occupato dai due. (segue)

(Dis/Zn/Adnkronos)