SPADARE: BISO - ''LA COLPA E' DELLA PIGRIZIA''
SPADARE: BISO - ''LA COLPA E' DELLA PIGRIZIA''

Roma, 5 set. (Adnkronos) - ''Ci sono tanti modi di pescare il pesce spada, e la spadara e' quello piu' facile e piu' remunerativo'': e' proprio vero, i pescatori italiani non sono piu' quelli di una volta e badano solo al guadagno, senza pensare alle conseguenze per l'ecosistema marino. A parlare e' il comandante del porto di Imperia, il Capitano di Fregata Giovanni Biso. Biso e' il ''referente'' ligure delle forze delle Capitanerie di porto, il nemico numero uno dei pescatori di pesce spada della costiera.

Le operazioni condotte da Imperia sono a getto continuo, afferma Biso nello speciale dell'Adnkronos ''Territorio e Ambiente'': ''Proprio la notte scorsa (tra il 30 e il 31 agosto, ndr) siamo riusciti a fermare l'ultimo pescatore illegale che mancava all'appello; dopo l'operazione del 27 e del 28 agosto era rimasta una sola barca in porto, per avaria, che e' poi uscita alla chetichella, non sapendo che noi stavamo aspettando solo quello. Li abbiamo beccati a una ventina di miglia da Cap Ferrat: avevano una spadara di 8 chilometri e 10 pescespada gia' a bordo. Li abbiamo denunciati anche alle autorita' giudiziarie, perche' avevano oltrepassato i limiti previsti dalla loro licenza di pesca''.

Le spadare hanno da tempo soppiantato i parangali, lenze lunghe 7/800 metri, con centinaia di ami di diecci-dodici centimetri; la ragione dell'abbandono dei parangali e', oltre alla minore remunerativita', la ''fatica'' di innescare gli ami: ''I pescatori sono diventati pigri'', dice Biso.

Un lavoro da detective quello delle Capitanerie, spesso costrette a camuffarsi in mezzo alle banchine -magari mandando i marinai appena arrivati in sede e sconosciuti al ''controspionaggio'' dei pescatori- per conoscere in anticipo gli spostamenti delle barche. ''Ormai li abbiamo ridotti ai minimi termini, penso proprio che siamo riusciti a fargli capire l'antifona -dice Biso-. Tra Cap d'Antibes, Capo Corso e Punta Bianca esiste un santuario per cetacei, e loro andavano spesso a pescare li'. Adesso non lo fanno piu', dopo le batoste che hanno preso''. (segue)

(Ata/As/Adnkronos)