TESORO DI TROIA: OCCULTATO DA 50 ANNI - NEL 1995 IN MOSTRA (4)
TESORO DI TROIA: OCCULTATO DA 50 ANNI - NEL 1995 IN MOSTRA (4)
MEDIAZIONE ITALIANA?

(Adnkronos) - Infine nel confronto tra Germania e Russia -secondo alcuni archeologi e storici dell'arte italiani- il nostro paese non dovrebbe ancora essere, come in passato, tra coloro ''che stanno a guardare''. E sopratutto per due ordini di motivi:

A) da molto tempo si parla, tra cultori d'arte, della possibilita' che nel Museo Puskin, o nel bunker misterioso della periferia di Mosca, vi siano anche capolavori e oggetti di valore artistico realizzati o comunque per secoli conservati in Italia e poi caduti nelle mani dei tedeschi (arte greca arcaica, arte delle prime citta' greche nella Penisola, arte delle colonie greche in Italia e arte etrusco-italica). Capolavori finiti -dopo le confische dell'Armata Rossa in Germania- nella collezione oggi genericamente indicata come ''Tesoro di Priamo'';

B) inoltre tra le migliaia di reperti ed opere che prima l'Urss e poi la Russia hanno lasciato 'affluire' sul mercato internazionale vi era anche qualche capolavoro italiano del '500 e del '700.

Oggi l'esportazione clandestina delle opere d'arte, dalla Russia verso mercati europei -destinazione finale New York- riguarda anche opere ''di maniera'' dell'arte italiana, opere di maniera, come quelle attribuili al Tintoretto, al Tiepolo e al Veronese, di grandissimo valore, estetico e commerciale.

(Pal/Zn/Adnkronos)