DI PIETRO: CONTESTABILE (FI) CRITICA LA PROPOSTA DEL PM
DI PIETRO: CONTESTABILE (FI) CRITICA LA PROPOSTA DEL PM

Roma 5 set (Adnkronos)- Non piace al Sottosegretario alla Giustizia, Domenico Contestabile, di Forza Italia, la proposta di soluzione di Tangentopoli, avanzata nei giorni scorsi da Antonio Di Pietro che, a suo giudizio, ''contiene errori tecnici in tema di patteggiamento allargato, parificazione tra corruzione e consussione e li dove e' prevista la non punibilita' per chi decide di confessare i reati commessi''.

''Se ad esempio -prosegue Contestabile intervistato da Radio Radicale- per due comportamenti diversi come la corruzione e la concussione contempliamo la stessa sanzione, e' ovvio che il pubblico ufficiale sara' portato a mettere in atto il comportamento piu' grave e di maggiore redditivita'. Cosi' come stabilire la non punibilita' per chi confessa e' pericoloso perche' chi ad esempio ha rubato un miliardo dira' che ha preso molto di meno, si tiene il resto diventa esente da ogni pena. Si tratta di ingenuita' che mi meravigliano visto il valore giuridico di chi le propone''.

''Credo che questa proposta del pool -ha detto ancora Contestabile- non sia stata ben valutata e anche i cori di consensi da parte di membri del governo mi meravigliano. Qualcuno furbescamente vuole utilizzare i nomi dei magistrati di Milano per meschini fini elettorali, ma si sbaglia. Ho letto che il dottor Borrelli fara' girare questa bozza di proposta del pool. Le leggi le fa il Parlamento non le fanno ne' gli avvocati, ne' i giudici, ne' gli industriali. Quelle delle guardie benemerite che si mettono d'accordo con i ladri benemeriti e fanno la legge, sono per me novita' strane. Noi stiamo lavorando verso gli obiettivi del garantismo, il che non significa garantire impunita' ai delinquenti, ma cercare giusti processi, in tempi rapidi e con giuste sanzioni''.

(Red/As/Adnkronos)