DI PIETRO: RIVERA, NON MI SEMBRA LA STRADA GIUSTA
DI PIETRO: RIVERA, NON MI SEMBRA LA STRADA GIUSTA

Roma, 5 Set. -(Adnkronos)- ''La strada scelta non mi sembra quella giusta per uscire veramente da Tangentopoli. Ho letto molte proposte di altri 'esperti', a partire da quella dell'ex ministro Giovanni Conso, che mi sembrano migliori''. Gianni Rivera, numero due del 'Patto', accoglie con freddezza l'iniziativa del pool di Mani Pulite.

''Continuare a consentire che le proposte di soluzione vengano dal di fuori delle istituzioni parlamentari -osserva fra l'altro Rivera- e' secondo me un'anomalia propria di una situazione che va corretta al piu' presto. Il Parlamento dovra' far molta attenzione nel difendere la propria autonomia''. Rivera si dice anche ''in disaccordo'' con alcuni dei punti della proposta del pool milanese. ''Temo soprattutto -dice in proposito- la nascita del pentitismo politico. Nei reati contro la Pubblica amministrazione il rischio di moltiplicare ricatti, sarebbe ancora piu' forte di quello dei reati mafiosi''.

''Io credo -sottolinea- che e' orami necessario rimettere in moto il motore economico che inevitabilmente Tangentopoli ha arrestato. E un primo passo potrebbe essere una nuova legge sul finanziamento pubblico dei partiti. C' era una legge fatta male sulla quale e' intervenuto il referendum. Ora c'e' bisogno di nuove regole''.

(Red/Zn/Adnkronos)