DI PIETRO: TREMAGLIA, DOVRA' GUIDARE LUI IL GOVERNO
DI PIETRO: TREMAGLIA, DOVRA' GUIDARE LUI IL GOVERNO
NASCE ALLEANZA POTERE POLITICO E GIUDIZIARIO

Roma, 5 set. - (Adnkronos) - ''Nasce finalmente una nuova stagione politica: la grande alleanza fra il potere esecutivo e il potere giudiziario. E' questo il vero messaggio per il futuro che viene da Di Pietro e che noi da tempo abbiamo invocato. E' la nuova era: il cambiamento e il rinnovamento che gli italiani volevano e attendevano. In questo quadro diviene logica, una volta chiusa la fase legislativa, una diretta assunzione di responsabilita' del giudice Di Pietro ai piu' alti vertici dell'esecutivo di governo''.

Il presidente della commissione Esteri della Camera, Mirko Tremaglia, di An, approva e plaude incondizionatamente l'iniziativa del pool di Mani Pulite per uscire da tangentopoli. ''Ci soddisfa pienamente -spiega- perche' puo' porre fine a un pericoloso vuoto legislativo nel piu' ampio rigore della giustizia. E' bene ricordare -dice ancora- che nei tempi dello scontro del decreto Biondi mentre insorgeva l'opinione pubblica e il giudice Di Pietro si ribellava coi suoi colleghi e quando si lanciava assurdamente da parte di qualche esponente di governo la contrapposizione ai magistrati, io mi posi decisamente contro questa impostazione rivendicando la necessita' di ringraziare proprio quei magistrati''.

Secondo Tremaglia gia' allora ''il nuovo governo doveva esaltare quei giudici che oggi dovevano divenire i protagonisti nella costruzione della seconda Repubblica. Proprio quei magistrati -aggiunge- dovevano continuare l'operazione di pulizia senza protezioni privilegiate perche' questo avevano chiesto con il loro voto gli italiani''. Dopo di che ''e' giunta oggi -conclude Tremaglia- la piu' seria fra le proposte che va subito approvata dal Parlamento. Nessun colpo di spugna per il passato ma trasparenza totale, processi rapidi o soluzioni giudiziarie immediate, inasprimento delle pene per corruzione e concussione, confisca e restituzione del maltolto. La nuova classe politica deve rispondere immediatamente con l'appoggio totale''.

(Pol/Zn/Adnkronos)