OCCHETTO: D'ALEMA, ''MA CHE CONGIURA...''
OCCHETTO: D'ALEMA, ''MA CHE CONGIURA...''

Modena, 5 set. -(Dall'inviato dell'Adnkronos - Dario Converso)- ''Non ho mai visto uno che va da un altro e gli dice 'guarda che sto organizzando una congiura...'. Io, dopo le elezioni politiche, ritenendo che si dovesse andare ad un congresso di rinnovamento, l'ho correttamente detto innanzitutto ad Occhetto. Mi sembra un modo corretto di procedere''. Cosi' il segretario del Pds, Massimo D'Alema, respinge al mittente qualsiasi ipotesi di una possibile congiura ai danni del suo predecessore.

Al suo arrivo alla festa dell'Unita' di Modena ha rinviato al mittente 'qualsiasi ipotesi di congiura': ''non mi risulta... il fatto di andare da Occhetto a parlargli come ho fatto, e poi l'ho detto al Consiglio Nazionale, e non e' una rivelazione, dicendogli che bisognava andare ad un congresso di rinnovamento del quale lui doveva essere il protagonista, guidando il ricambio mi sembra che sia tutto fuorche' una congiura''.

Sul libro uscito oggi dell'ex segretario del Pds, Massimo D'Alema spiega: ''so che e' uscito oggi. E' arrivato a Botteghe Oscure quando io ero gia' andato via. Adesso non sono in grado di leggerlo, certo lo faro' al piu' presto''.

(Dac/Zn/Adnkronos)