AMBIENTE: GLI OSPEDALI? INQUINATI PURE QUELLI (2)
AMBIENTE: GLI OSPEDALI? INQUINATI PURE QUELLI (2)
IL ''FATTORE ARIA''

(Adnkronos) - Uno dei punti di partenza dello studio e' l'analisi dell'atmosfera interna negli ospedali, veicolo di ogni diffusione ''maligna''. La letteratura scientifica internazionale ha visto, infatti, proprio nel fattore ''aria'' la principale matrice di diffusione e trasmissione delle patologie da inquinamento ambientale ospedaliero. In particolare, sono state individuate due categorie di disturbi, le ''sindromi da edificio'', legate alla presenza di sorgenti di contaminazione e a un'insufficiente dispersione ed eliminazione dell'aria.

Tra i colpevoli anche il materiale da costruzione impiegato, quello utilizzato per le rifiniture di pavimenti, pareti e soffitti, i materiali vinilici, le schiume termoisolanti, gli stucchi e i sigillanti a base di silicone, che emettono quantita' rilevanti di composti chimici volatili di facile diffusione aerea sotto forma di vapore, spesso tossici e irritanti. A questi si aggiungono isolanti, carte da parati, pannelli di gesso e di legno, metalli, i quali, sviluppando funghi, contribuiscono alla dispersione di sostanze contaminanti che avviene per mezzo degli impianti di condizionamento artificiale.

Non mancano i casi in cui il personale sanitario ha mostrato irritazioni o depressione del sistema nervoso centrale dovuti a ricircoli di soda caustica, acidi ed altro materiale prodotto in ambienti diversi, ma veicolato attraverso i sistemi di aerazione. Sistemi, questi, inappropriati o troppo spesso abbandonati a se stessi, senza dovuta manutenzione, ricettacolo di funghi che qui si sviluppano e sopravvivono. (segue)

(Ata/Zn/Adnkronos)