CACCIA: WWF, IN CALABRIA E' GIA' STRAGE DI UCCELLI PROTETTI
CACCIA: WWF, IN CALABRIA E' GIA' STRAGE DI UCCELLI PROTETTI

Lamezia Terme, 12 set. (Adnkronos) - In Calabria l'apertura anticipata della caccia ha gia' provocato le prime vittime tra la fauna protetta. A denunciarlo e' il Wwf che da' notizia di due rapaci caduti ieri sotto i colpi dei ''soliti ignoti armati'': un falco pecchiaiolo e' stato trovato ferito a Locri, mentre ad un esemplare di albanella minore, rinvenuto nelle campagne di Vibo Valentia, e' stata spappolata un'ala.

''La responsabilita' di quanto e' accaduto e accadra' nei prossimi mesi -accusano gli ambientalisti- ricade non solo sui troppi cacciatori che se ne infischiano delle leggi, ma anche sulla giunta regionale che ha autorizzato una preapertura illegittima della caccia e ha condannato a morte migliaia di animali, concedendo ben 5 giorni di caccia alla settimana''. Il Wwf Calabria ha preannunciato quindi una denuncia contro l'esecutivo regionale ''per abuso di atti d'ufficio''.

Sempre ieri gli uomini del Corpo Forestale hanno sorpreso, nelle campagne di Maierato, alcune persone intente a catturare cardellini con l'uso delle reti. I forestali sono riusciti a bloccare e ad identificare uno dei bracconieri, sequestrandogli una ventina di uccelli protetti.

(Ata/Pe/Adnkronos)