CATASTROFI: APERTA GIORNATA INTERNAZIONALE PREVENZIONE
CATASTROFI: APERTA GIORNATA INTERNAZIONALE PREVENZIONE
GNUTTI, LA TECNOLOGIA CI PUO' SALVARE

Bari, 12 set. - (Adnkronos) - Dal '68 ad oggi l'Italia ha stanziato 145 mila miliardi per riparare i danni delle catastrofi naturali e non, una cifra pari all'8 p.c. dell'intero debito pubblico. E' all'insegna di questo dato schiacciante che si apre a Bari la ''Giornata internazionale della prevenzione'' dai grandi rischi, un incontro per fare il punto della situazione dopo la Conferenza mondiale di Yokohama del maggio scorso, che aveva tracciato le linee di azione e i principi di prevenzione che la comunita' internazionale dovra' adottare in futuro per limitare i danni di terremoti, alluvioni e delle catastrofi industriali.

Ad aprire la giornata e' stato il ministro dell'Industria, Vito Gnutti, che non ha avuto esitazioni nell'indicare ''lo sviluppo tecnologico come l'unico strumento capace di estendere il confine del lavoro e dell'amore per la natura ed allo stesso tempo di ridurre il 'fronte' della millenaria lotta umana contro la natura''. Gnutti ha citato ad esempio gli studi ed i sistemi di prevenzione dell'Enel, ''che ha svolto negli anni scorsi un ottimo lavoro di prevenzione dei rischi industriali''. ''Il mio compito -ha detto Gnutti alla fine del suo breve intervento- e' quello di contribuire a incrementare le capacita' tecnologiche di questo Paese''.

(Pab/Zn/Adnkronos)