CATASTROFI: PRESENTI - SERVIZI TECNICI IN VIA DI SVILUPPO
CATASTROFI: PRESENTI - SERVIZI TECNICI IN VIA DI SVILUPPO

Bari, 12 set. (Adnkronos) - Per prevenire i rischi delle catastrofi naturali l'Italia deve dotarsi di un solido e flessibile sistema di servizi tecnici specifici, in grado di valutare ogni dato possibile sulle caratteristiche del territorio. Lo ha detto il capo del Diaptimento Servizi tecnici nazionali della presidenza del Consiglio dei ministri, Carlo Presenti, intervenuto oggi a Bari alla giornata internazionale della prevenzione. Un grosso passo in avanti, secondo presenti e' oggi rappresentanto dall'attenzione delle forze politiche al tema, finora lasciato in seconda fila dalle amministrazione precedenti.

''Ma anche altri fatti nuovi -ha detto presenti- sono intervenuti di recente: la forte partecipazione italiana alla conferenza di Yokohama del maggio scorso, anzitutto. E poi il recente decreto legge sulle dighe, uno strumento che porta un parziale rimedio alla cronica mancanza di personale dei servizi tecnici''. Prsenti anticipa che presto, ''a giorni'' i servizi assumeranno 100 esperti e, in tempi un po piu' lunghi ne assumeranno per concorso altri 300''. Ha poi individuato le prioprita' per il servizio idrogeologico (la predisposizione di una rete nazionale di informazione per valutare costantemente la portata dei sorsi d'acqua, sia per emergenze sia per pianificazione e gestione delle risorse idriche); del servizio sismico (una rete nazionale di coordinamento delle reti locali esistenti e la diminuzione della vulnerabilita' sismica attraverso una migliore valutazione delle caratteristiche antropiche del territorio).

(Pab/Pan/Adnkronos)