CATASTROFI: VIEZZOLI, LA PROTEZIONE CIVILE DELL'ENEL
CATASTROFI: VIEZZOLI, LA PROTEZIONE CIVILE DELL'ENEL

Bari, 12 set. (Adnkronos) - In Italia il compito di ridurre le conseguenze dei disastri spetta certamente alla Protezione civile e ai Servizi tecnici nazionali, ma in questo quadro un ruolo attivo di cooperazione e' di fatto attribuito anche all'Enel. Il presidente dell'azienda elettrica italiana, Franco Viezzoli, rivendica le funzioni di ''volontariato cooperante'' dell'Enel, intervenendo alla giornata internazionale della prevenzione in corso a Bari.

Viezzoli (anche in veste di padrone di casa: la giornata si svolge nel padiglione dell'enel alla Fiera del Levante di Bari) ricorda che ''la nostra presenza diffusa sul territorio e' fondamentale per poter agire localmente in maniera rapida ed efficace, in particolare per garantire la disponibilita' di energia elettrica nelle zone colpite dalle calamita'''. Ma l'utilita' di una azienda elettrica nazionale, ''con un ruolo attivo e passivo nell'eventualita' di cataclismi'', si dimostra per Viezzoli soprattutto in fase preventiva: ''Mettiamo a disposizione le nostre conoscenze in vari campi (meteorologia, oceanografia, geologia, idrogeologia), le nostre strumentazioni, come la rete accelerometrica nazionale, e le nostre strutture ingegneristiche''.

Viezzoli ha infine ricordato la partecipazione della sua azienda al progetto ''Crop'' del Cnr, un programma di rilevamenti geologici per ''fotografare'' la struttura profonda della crosta terrestre sotto la superficie italiana, ''un progetto importantissimo per incrementare -ha concluso- la conoscenza delle caratteristiche della sismicita' in Italia''.

(Pab/Pan/Adnkronos)