CHIESA: A TORINO RACCOLTA FIRME PER LA MESSA IN LATINO
CHIESA: A TORINO RACCOLTA FIRME PER LA MESSA IN LATINO

Torino, 12 set. (Adnkronos) - Fedeli al latino e convinti sostenitori di una revisione della liturgia ecclesiastica ma senza volonta' di ''strappi'' con la gerarchia. Da Torino parte una raccolta di firme per chiedere il ripristino della messa tradizionale celebrata in lingua latina con la sottolineatura dei canti gregoriani. I nostalgici del ''Te deum laudamus'' chiedono di tornare ai vecchi riti tridentini, (con le preghiere in lingua latina e il celebrante rivolto verso il tabernacolo e non verso i fedeli) che sono stati annullati dalla riforma liturgica del dopo concilio.

A lanciare l'iniziativa e' l'abate Gerald Calvet che proprio domenica ha celebrato messa in latino nella chiesa della Misericordia nel centro di Torino. La raccolta firme e' gia' partita. In Francia un appello analogo aveva portato, in due mesi a oltre 15 mila adesioni di fedeli. ''Nessuna volonta' di strappi -precisa subito il sacerdote- vogliamo recuperare la sacralita', il senso di trascendenza e raccoglimento che certe funzioni d'oggi non garantiscono piu'. Anche il cardinale Ratzinger -precisa l'abate- si e' detto d'accordo sull'iniziativa''.

Una ''riforma della riforma quindi perche' -come dice padre Calvet- si possa tornare a pregare insieme piu' seriamente''.

(Bdp/Bb/Adnkronos)