INFARTO: ITALIANI SCOPRONO LA ''SPIA''
INFARTO: ITALIANI SCOPRONO LA ''SPIA''

Berlino, 12 set. (dall'inviato dell'Adnkronos Roberto Jadicicco) - C'e' una spia che puo' predire se un paziente con un dolore al torace avra' l'infarto. La scoperta e' tutta italiana e l'esame costera' solo mille lire. Lo ha reso noto a Berlino, conversando con i giornalisti, il prof. Attilio Maseri direttore dell'istituto di Cardiologia dell'Universita' Cattolica di Roma a margine del 12/mo congresso mondiale di cardiologia al quale partecipano 17 mila medici. La scoperta fatta da un team di ricercatori coordinati dal prof. Maseri e' gia' pubblicata sul New England Journal of Medicine si chiama ''proteina C reattiva''.

Studiando tre gruppi di 30 pazienti ha detto Maseri abbiamo pututo constatare che quando un individuo colpito da dolore toracico ed in particolare da angina instabile ha il livello di questa proteina C reattiva elevato le probabilita' per lui di avere un infarto sono elevatissime. Al contrario chi ha il dolore non accompagnato da un innalzamento del livello di questa sostanza, non l'infarto. Questa proteina e' un test piu' attendibile dell'elettrocardiogramma e l'esame costa praticamente mille lire''.

''La proteina C reattiva e' un marker dell'infiammazione e si alza in molte patologie tra cui le artriti, le malattie autoimmuni o i semplici traumi. Quindi spiega Maseri un soggetto che non venga colto da dolore anginoso e' inutile che si sottoponga a questo test. Invece al comparire del dolore in un individuo che per questo motivo si reca in ospedale, la valutazione della proteina puo' voler dire l'immediato ricovero e la giusta terapia''.(Segue)

(Ria/Bb/Adnkronos)