I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Roma. Il ministero della Sanita' attivera' una serie di controlli per annullare il rischio di contagio da colera portato dagli albanesi che vogliono entrare in Italia. Le assicurazioni vengono dal ministro della Sanita' Raffaele Costa: ''c'e' alle porte del nostro paese un fenomeno inquietante, quello del colera, relativamente al quale il ministero -dice Costa- ha assunto immediatamente provvedimenti e altri ne dovranno essere assunti''.

Roma. Il maltempo che dalla scorsa notte si e' abbattuto sulle regioni nord occidentali e si estendera' a Toscana e Marche, ha provocato una vittima e danni a colture e abitazioni, creando disagi alla circolazione stradale. Diluvia e Genova dove sono caduti alberi e ci sono stati allagamenti di scantinati e smottamenti. Ad Uscio, comune del Genovese, una raffica di vento, ha abbattuto un'impalcatura in fase di allestimento. Nel crollo e' morto Luciano Romano di 65 anni. Danni anche nel Veneto: il nubifragio che ha colpito l'intera regione ha provocato danni nel padovano per caduta alberi, camini, cornicioni, allagamenti, ascensori bloccati. Danni anche nel litorale veneto, Iesolo, Chioggia, Sottomarina, e nel veronese, dove una tromba d'aria nel comune di Caldiero ha provocato lo scoperchiamento di alcune case.

Roma. Mille lire al minuto per telefonare all'estero da telefonini illegali. E' stata scoperta a Roma una centrale che usava in modo fraudolento telefonini cellulari, organizzata da quattro extracomunitari egiziani che sono stati arrestati. La colossale truffa ai danni di Telecom Italia e' stata scoperta dopo l'irruzione in un appartamento del quartiere Parioli. Le indagini erano partite da una analoga operazione dello scorso anno. Con documenti falsi i quattro egiziani attivavano normali utenze ed affittavano poi il cellulare per telefonate all'estero a mille lire al minuto.

Vibo Valentia. Estorsori in manette in Calabria: E' stata sgominata una pericolosa banda che operava nella zona di Filandari. Gli uomini del commissariato di Vibo Valentia hanno arrestato i fratelli Roberto e Francesco Soriano, rispettivamente di 25 e 23 anni. Sono accusati di concorso in tentata estorsione e porto illegale di armi. Lo stesso provvedimento riguarda un terzo fratello, Gaetano Soriano, 30 anni, e Antonio Colacchio, entrambi irreperibili. Secondo gli inquirenti si tratta di una banda che dal giugno scorso spadroneggiava nella zona di Filandari, danneggiando negozi e chiedendo soldi ai commercianti dopo averli minacciati di morte. (segue)

(Dis/Bb/Adnkronos)