ALGERIA: L'ITALIA PUO' AVERE UN RUOLO IMPORTANTE
ALGERIA: L'ITALIA PUO' AVERE UN RUOLO IMPORTANTE

Assisi, 14 set. - (Adnkronos) - L'Italia puo' avere un ruolo importante, come intermediario nel conflitto algerino la cui soluzione, anche con un eventuale avvento al potere del Fis potrebbe comunque tradursi in un governo pacifico. E' la convinzione, espressa in un'invervista all'Adnkronos, da Mohammed Esslimani, professore algerino di teologia all'Universita' di Algeri, molto conosciuto nel mondo accademico islamico, che, pur non facendo parte ne' del Fis ne' di altra organizzazione, mantiene stretti contatti con il movimento islamico, e che e' intervenuto all'ottavo incontro intereligioso organizzato dalla comunita' di Sant'Egidio ad Assisi.

D.: Lei ha detto che l'Italia potrebbe avere un ruolo nel mediare il conflitto in Algeria, potrebbe spiegarcelo meglio?

R.: le relazioni tra i due popoli sono sempre state buone. E in Algeria non vi e' nei confronti dell'Italia quel complesso del colonialismo che vi e' nei confronti della Francia. Percio' l'Italia potrebbe giocare un ruolo di intermediario nel conflitto algerino. Nel nostro Paese e' stata apprezzata la posizione dell'Italia al vertice dei sette paesi piu' industrializzati cosi' come le dichiarazioni del ministro degli Esteri Antonio Martino hanno avuto una vasta accoglienza nell'anima del popolo algerino, soprattutto quando ha detto che al regime algerino attuale manca legittimita'. Questo non l'aveva detto nessun altro paese. (Segue)

(Civ/Zn/Adnkronos)