AZERBAIGIAN: CONTRATTO PETROLIFERO CON OCCIDENTALI
AZERBAIGIAN: CONTRATTO PETROLIFERO CON OCCIDENTALI

Baku, 20 set (Adnkronos/Dpa) - Dopo circa quattro anni di serrate trattative, l'Azerbaigian ha firmato oggi un contratto multimiliardario con un consorzio di compagnie petrolifere occidentali per lo sfruttamento dei giacimenti del Mar Caspio. Un accordo storico: la firma del contratto rappresenta infatti il ritorno delle compagnie petrolifere occidentali in Azerbaigian dopo la rivoluzione bolscevica.

Il contratto firmato dalla British Petroleum, Amoco, Pennzoil, Ramco, Unocal, McDermott e la compagnia russa Lukoil, ha una durata 30ennale e portera' nella ex repubblica sovietica circa sette miliardi di dollari (oltre 11mila miliardi di lire) di investimenti. Secondo le prime stime, i giacimenti, che si trovano a cento chilometri dalla costa, produrranno circa 30 milioni di tonnellate di greggio l'anno, mentre i primi barili verranno estratti entro 18 mesi. All'Azerbaigian andra' l'80 per cento dei profitti, una cifra vicina ai 94 miliardi di dollari (oltre 150mila miliardi di lire), mentre al consorzio occidentale circa 24 miliardi di dollari (39mila miliardi di lire circa), secondo le stime della British Petroleum. L'ex repubblica sovietica percepira' anche un bonus di 300 milioni di dollari (480 miliardi di lire) per aver firmato il contratto. (segue)

(Red/As/Adnkronos)