MISS UNIVERSO: ACCUSATA DI VILIPENDIO ALLA BANDIERA
MISS UNIVERSO: ACCUSATA DI VILIPENDIO ALLA BANDIERA

Nuova Delhi, 20 set. (Adnkronos/Dpa) - Rischia di finire in manette la 18enne modella indiana Sushmita Sen, neoeletta Miss Universo, che certo non si aspettava una simile accoglienza dal paese natio. La miss infatti e' stata oggi formalmente accusata dall'avvocato Ravinder Kumar, presso il tribunale di Nuova Delhi, di ''aver insultato e disonorato'' la bandiera indiana durante le celebrazioni per il suo ritorno a casa la scorsa settimana. Kumar nella sua petizione ha accusato la reginetta di bellezza di aver vilipeso il simbolo della patria il 14 settembre, nel corso di un ''giro d'onore'' lungo le strade della capitale a bordo di una carrozza trainata da quattro cavalli.

L'incauta miss avrebbe dispensato ''baci e gesti lubrichi'' al pubblico inneggiante, ''usando come supporto'' la bandiera del Paese per evitare di cadere. Definendo questo comportamento ''un atto criminale d'insulto e disonore alla bandiera nazionale'' l'avvocato ha chiesto la punizione di Sushmita e il magistrato Dinesh Kumar Sharma ha gia' fissato per il 22 ottobre l'inizio del processo, che prevede l'esibizione delle prove e le testimonianze di alcuni fotografi e cameramen. Sushmita e' stata incoronata Miss Universo il 21 maggio a Manila, e' la prima donna indiana a vincere il titolo di ''donna piu' bella del mondo'' ed e' ritornata in patria la scorsa settimana. Nel suo soggiorno di quattro giorni a Nuova Delhi ha incontrato il presidente federale Shankar Dayal Sharma e il primo ministro P.V. Narasimha Rao.

(Stg/Bb/Adnkronos)