AUTO: A LUGLIO CRESCE PRODUZIONE DEL 36,2 P.C.
AUTO: A LUGLIO CRESCE PRODUZIONE DEL 36,2 P.C.

Roma, 22 set. (Adnkronos) - E' l'auto la locomotiva della della produzione industriale nazionale. Nel mese di luglio, infatti, secondo le rilevazioni dell'Istat, il settore ha fatto registrare una variazione tendenziale del 36,2 per cento. Un risultato positivo, questo, secondo soltanto a quello registrato dal settore delle macchine per ufficio ed elaborazione dati (piu' 36,4 per cento), che riporta l'indice della produzione quasi ai livelli di due anni fa.

L'anno nero, il 1993, puo' dirsi, dunque, lasciato alle spalle. ''Dopo il disastro di un anno fa -sottolineano i portavoce della Fiat- le cose vanno decisamente meglio''. In Italia, la produzione totale di auto e' arrivata a quota 705 mila e 600 vetture, contro le 652 mila e 400 del primo semestre 1993. Ma la corsa della produzione automobilistica dovrebbe continuare: si prevede, addirittura, che nel terzo trimestre dell'anno la crescita sfiorera' il 46 per cento. All'estero, inoltre, i marchi del gruppo torinese sono riusciti a far salire le vendite del 22 per cento.

''Siamo tornati ai livelli del '92 -commenta il segretario nazionale, responsabile del settore auto della Uilm, Roberto Di Maulo- e' uno scenario che soltanto pochi mesi fa sembrava impossibile. L'impennata della produzione industriale sta a testimoniare la ciclicita' insista in tale settore. Una condizione questa che ripaga ampiamente chi aveva intravisto, sin dall'inizio, nello storico accordo di febbraio uno degli strumenti per il rilancio industriale e occupazionale della Fiat''.

(Mcc/Pan/Adnkronos)