FINANZE: MOBILITA' A ROVESCIO - TRASFERIMENTI DA NORD A SUD
FINANZE: MOBILITA' A ROVESCIO - TRASFERIMENTI DA NORD A SUD

Roma, 22 set. (Adnkronos) - L'amministrazione finanziaria si appresta ad operare una serie di spostamenti del personale tra cui anche un centinaio di spostamenti dalle sedi carenti del Nord a quelle del Sud: a denunciarlo e' il segretario della Cgil funzione pubblica Piero Casciani sottolineando che si il ministero sta cercando di attuare ''una consistente mobilita' del personale senza alcun carattere di trasparenza'' sulla base di un accordo con Cisl, Uil e sindacati autonomi.

In particolare -rileva il sindacalista della Cgil- l'amministrazione ha comunicato che verra' data attuazione ad un centinaio di trasferimenti ''in deroga'' per motivi di salute dalle sedi carenti del Nord a quelle del sud. Trasferimenti bloccati due anni fa quando venne alla luce che l'amministrazione finanziaria aveva disposto trasferimenti in deroga per motivi di salute sempre dal Nord al sud per 2.114 dipendenti. Verra' data attuazione ai cosiddetti 'scambi di sede' senza alcun criterio di trasparenza per verificare se a beneficiarne sara' il personale che ne ha piu' diritto. Inoltre verra disposta una sanatoria indiscriminata delle posizioni dei cosiddetti 'distaccati' che consentira' il consolidamento dei privilegi ottenuti da ''tutti i piu' raccomandati, vecchi e nuovi''.

Sostanzialmente -rileva Casciani- si applicheranno anche alla mobilita' del personale i criteri ispiratori del ministro Tremonti sul fronte fiscale: vale a dire il concordato e il condono tombale''.

(Red/Gs/Adnkronos)