HARLEY DAVIDSON: AUMENTA LA PRODUZIONE EUROPEA
HARLEY DAVIDSON: AUMENTA LA PRODUZIONE EUROPEA

Londra, 22 set. (Adnkronos/Dpa) - Si preannunciano tempi duri per il mercato europeo delle Harley Davidson rubate: la mitica fabbrica motociclistica di Milwaukee sembra decisa ad incrementare sensibilmente la produzione per l'Europa portandola da 82mila a 100mila esemplari entro il 1997. Oltre al racket delle Harley, che vengono rubate in America per poi essere vendute sul fiorente mercato nero europeo, esiste un cosiddetto mercato ''grigio'', cioe' l'acquisto della moto per uso privato direttamente negli Stati Uniti, dove hanno un prezzo nettamente inferiore a quello dei concessionari europei, per poi rivenderla in Europa.

Fino al 1980, la Harley Davidson concentrava la propria attenzione quasi unicamente sul mercato interno. Ma, grazie ad un ritorno di fiamma per la roboante e supercromata motocicletta yankee, il mercato europeo ha assunto un'importanza sempre maggiore. Nel 1985, la Gran Bretagna rappresentava l'1,3 per cento della quota di mercato della casa di Milwaukee con 128 esemplari venduti; lo scorso anno la percentuale era dell'8 per cento con 1337 moto immesse sul mercato.

Il mito della Harley Davidson, la moto sulla quale sono saliti divi del cinema come James Dean e Marlon Brando, ormai diventata oggetto di culto per centinaia di migliaia di giovani e meno giovani in tutto il mondo, sembra destinato a durare nel tempo. Questo anche grazie ai locali a lei dedicati, gli ''Harley cafe'', che stanno fiorendo in molte citta', l'ultimo dei quali vedra' la luce a Londra nel giro di pochi mesi. Questi locali, nei quali mangeremo hamburger giganti ascoltando musica rock ad altissimo volume, permetteranno ai fanatici della due ruote americana di ascoltare il classico rombo Harley Davidson sorseggiando una birra al bancone del bar.

(Red/Pe/Adnkronos)