OLIVETTI: DOPO TRE ANNI TORNA L'EQUILIBRIO OPERATIVO (2)
OLIVETTI: DOPO TRE ANNI TORNA L'EQUILIBRIO OPERATIVO (2)
PERDITE PER 280,7 MLD

(Adnkronos) - Continua invece ad avere un andamento negativo la gestione straordinaria, che registra nel semestre una perdita di 231 miliardi (contro i 5 dello stesso periodo del '93). Si tratta comunque di perdite dovute principalmente a spese per ristrutturazione industriale e commerciale e a integrazioni per uscite del personele collegate (nel semestre sono uscite 2.562 persone). Oneri che nel primo semestre del '93 erano stati compensati con proventi di natura straordinaria. Inoltre nel semestre sono state registrate minusvalenze nette per 103 miliardi a causa dell'andamento dei tassi di interesse.

L'aggravio della gestione straordinaria si riflette nel risultato del semestre che chiude con una perdita, prima delle imposte di 280,7 miliardi contro una perdita di 168,1 miliardi nel primo semestre '93. Cresce anche l'indebitamento finanziario netto del gruppo che al 30 giugno ammonta a 966,7 miliardi contro i 787,9 del 31 dicembre '93. Il gruppo nel semestre ha poi realizzato tre importanti operazioni a medio termine: un prestito a 5 anni organizzato da JP Morgan di 280 miliardi, un prestito obbligazionario internazionale convertibile in azioni Olivetti di 300 miliardi e una emissione obbligazionaria settennale per un ammontare totale di 500 miliardi.

Il gruppo ha continuato nella strategia di espansione in nuove aree di business ad alto potenziale di crescita dando vita ad una nuova societa' (Olivetti Telemedia) con l'obiettivo di sviluppare nuove iniziative. Le spese di ricerca e sviluppo infine si mantengono a livelli non lontani da quelli del primo semestre '93 (193,6) miliardi.

(Ric/Pan/Adnkronos)