PENSIONI: I RETROSCENA DELL'INCONTRO DI PALAZZO CHIGI (2)
PENSIONI: I RETROSCENA DELL'INCONTRO DI PALAZZO CHIGI (2)
''LINEA DURA'' PER EPIFANI, LETTA MEDIATORE

(Adnkronos) - Il ministro del Tesoro gioca quindi tutto da solo la sua partita, illustrando a Cgil Cisl e Uil il testo del documento del Governo. Immediata la risposta dei sindacati: se le cose stanno cosi', ribattono Cofferati, D'Antoni e Larizza, non se ne fa niente. Il clima, a questo punto, si fa teso. La rottura sembra inevitabile, sopratutto dopo il durissimo intervento del numero due della Cgil, Gugliemo Epifani, che passa abitualmente per un moderato. Interviene Letta, nel ruolo del mediatore: prendiamoci qualche giorno di tempo, propone, e poi riparliamone. A loro volta, i sindacati obiettano che non e' proprio il caso di attendere cosi' a lungo: improponibili, in un clima gia' pesante, altre giornate di ''interpretazioni'' e ''duelli a mezzo stampa''.

Alla fine, ci si accorda per le 19 di questa sera: un breve lasso di tempo in cui il Governo dovrebbe decidere se seguire la linea dura -e quindi andare alla rottura- o preferire quella della trattativa. Come andra' a finire? Nessuno, per ora, si sbilancia in previsioni. Ma qualcuno invita a tener d'occhio un ''segnale'' che potrebbe essere importante: se Berlusconi stasera sara' presente alla riunione con i sindacati, potrebbe profilarsi l'accordo, o quanto meno il proseguire della trattativa. Se invece, come stamattina, il Presidente del Consiglio dara' forfait, vorra' dire che la rottura e' certa.

(Nnz/Pan/Adnkronos)