MUSICA: E' MORTA MARIA CARTA (3)
MUSICA: E' MORTA MARIA CARTA (3)

(Adnkronos) - Il 1978 vede il ritorno di Maria Carta al suo repertorio sardo con l'album ''Umbras''. Sul retro della copertina, il musicista Angelo Branduardi scrisse che ''Maria Carta ridona alla musica il suo potere esorcizzante e, ricreando il magico ponte tra il musicista-stregone ed il suo auditorio, ancora una volta allontana il buio che ci fa paura''. Nel 1980 e' la volta di ''Haidiridiridiridiridinni'', nove pezzi di un repertorio completamente inedito, arrangiamenti modernissimi in cui spiccano i brani ''Muttos'' e ''Istas mama soberana'', libera traduzione dello Stabat Mater.

All'attivita' di interprete Maria Carta ha affiancato anche quella di poetessa, pubblicando il volume ''Canto Rituale'', nel 1975, e quella di attrice di cinema e teatro. Il suo nome e' stato molto apprezzato anche all'estero, grazie alle sue partecipazioni ai Festival di Avignone e a vari concerti tenuti in famose cattedrali americane (memorabile una sua esibizione a St.Patrick a New York in occasione del Natale 1987).

Il suo ultimo disco e' ''Le memorie della musica'', un album quasi tutto in italiano, realizzato dall'artista per ''il bisogno di suoni nuovi -come ha affermato lei stessa- e per regalare al pubblico un'occasione per capirla meglio, per comunicare''.

(Mag/Zn/Adnkronos)