ENEL: VIEZZOLI - E' GRAVE ANTICIPARE DECISIONI UE (2)
ENEL: VIEZZOLI - E' GRAVE ANTICIPARE DECISIONI UE (2)

(Adnkronos) - L'Enel ha ridotto il suo indebitamento netto di 1.100 mld nel corso del primo semestre dell'anno. Lo ha affermato l'amministratore delegato Alfonso Limbruno nel corso dell'audizione della commissione Industria del Senato, sottolineando il buon andamento economico dell'ente, il cui consiglio d'amministrazione esaminera' domani i conti economici del primo semestre.

Il presidente Franco Viezzoli, nel suo intervento introduttivo al Senato, ha ripercorso le tappe legislative con cui Parlamento e governo hanno avviato la privatizzazione dell'Enel, sottolineando come il programma di riordino degli enti pubblici, predisposto dal ministro del Tesoro nel novembre '92, prevedeva tra l'altro ''il mantenimento dell'unita' aziendale''.

Sia Viezzoli che Limbruno hanno difeso l'attuale assetto dell'ente, ricordando che nei grandi Paesi le aziende elettriche hanno una struttura ''verticalizzata'', perche' ''cio' e' quello che richiede l'economia di scala''. Del resto ''nelle grandi aziende, a livello mondiale, oggi c'e' piu' la tendenza alla divisionalizzazione che alla holding, proprio per sfruttare le economie di scala e ridurre i costi'', che una divisione in tre, invece, triplicherebbe. (segue)

(Lio/Gs/Adnkronos)