FINANZIARIA: ROSSANDA (PRC), GRAVI DECISIONI SANITA'
FINANZIARIA: ROSSANDA (PRC), GRAVI DECISIONI SANITA'
NO AL TICKET IN PRONTO SOCCORSO

Roma, 29 set. (Adnkronos) - Marina Rossanda, responsabile sanita' di Rifondazione Comunista, giudica ''grave'' la decisione contenuta nella Finanziaria di imporre un ticket per prestazioni non urgenti in pronto soccorso. ''Significa -afferma Rossanda- esporre soggetti che vivono sulla soglia della poverta' e anche i medici di guardia medica, ad evitare di chiedere il controllo medico per un malessere, nel dubbio che la cosa possa trasformarsi in un onere per il sospetto ammalato. Ma cio' aumenta il rischio di non diagnosticare problemi acuti reali''.

''Una volta di piu' -prosegue l'esponente del Prc- si scarica sul cittadino, che ha gia' contribuito al costo del servizio sanitario, una decisione delicata per la sua salute''. Inoltre ''il taglio dell'indennita' di tempo pieno dei medici ospedalieri che abbiano altre attivita' esterne -aggiunge- indica l'intenzione di eleudere la questione, piu' seria, della incompatibilita' del servizio nelle strutture pubbliche per i medici a tempo pieno. Si preferisce consentire loro altre attivita' private, a scapito evidente della loro attenzione ai malati ricoverati. Quanto agli ospedali minori c'e' gia' un decreto-legge che ne impone la chiusura senza trasformazione in servizi diurni per il territorio e senza riutilizzo del personale, il che porta si' a risparmi, ma anche alla perdita di servizi per la popolazione locale e di occupazione''.

(Red/Bb/Adnkronos)