FINANZIARIA: UNIONE CONSUMATORI ' L'UTENTE PAGA PER TUTTI'
FINANZIARIA: UNIONE CONSUMATORI ' L'UTENTE PAGA PER TUTTI'

Roma 29 set. (Adnkronos) - Quella di aumentare dal 2,5 al 4 per cento la trattenuta sul reddito delle farmacie e', secondo l'Unione nazionale Consumatori, ''una manovra studiata per indurre le farmacie a interrompere per protesta l'assistenza diretta facendo pagere per intero i medicinali ai malati, con l'illusione che la domanda di rimborso alla Usl verra' accolta''.

Secondo l'associazione, infatti, il rimborso, in caso di agitazione delle farmacie, e' teoricamente previsto dalla circolare ministeriale n.34 del 7 aprile 1983, ma quasi nessuna Usl restituisce i soldi delle medicine, ''o accampando scuse pietose o infischiandosene completamente nella certezza che il malato non fara una causa giudiziaria per poche decine di migliaia di lire. In questo modo - conclude l'Unione Consumatori- l'erario ci guadagna due volte, sia attraverso il prelievo sulle farmacie sia attraverso il risparmio sulla partecipazione alla spesa farmaceutica, mentre l'utente paga per tutti e perde tempo e soldi con la domanda illusoria di rimborso''.

(Red/Pe/Adnkronos)