FISCO: TREMONTI - A GENNAIO PRONTI PER RIFORMA
FISCO: TREMONTI - A GENNAIO PRONTI PER RIFORMA
RITORNA LA VECCHIA IMPOSTA SULLE SOCIETA'

Roma 29 set. (Adnkronos) - Si stringono i tempi per la riforma fiscale. Il governo si appresta a chiedere, gia' nei primi mesi del prossimo anno, la delega perlamentare per varare la attesa riforma. Ad annunciarlo e il ministro delle Finanze, Giulio Tremonti che sottolinea, nel corso della conferenza stampa di oggi, come l'obiettivo ultimo di tutti gli interventi varati sul fronte delle entrate dall'attuale governo resti la riforma fiscale.

''Stiamo lavorando con un grosso impegno - ha continuato - e tra alcuni mesi saremo in grado di mettere a punto un libro bianco sulla riforma su cui chiameremo a confronto esperti nazionali e internazionali''.

Un obiettivo confermato anche dal ministro del Bilancio, Giancarlo Pagliarini. ''Tra febbraio e marzo del prossimo anno - ha spiegato parlando ad un assemblea della Cida - saremo in grado di varare una riforma fiscale globale''.

E per il futuro Tremonti ha gia' fissato qualche punto fermo. A cominciare dal probabile ripristino della vecchia imposta sulle societa' nata nel '54 ed eliminata nel '72, ''uno dei tanti errori fatti a quel tempo'', dice. ''La vecchia ma invece modernisima imposta sulle societa' - spiega ancora - prevedeva un mix di indicatori di reddito e patrimonio. Data l'insufficienza, nelle economie sofisticate, del reddito come unico indicatore di capacita' contributiva, un'imposta strutturata come quella del '54 sarebbe molto efficiente e comunque tale da consentire , se ben graduata, un drastico abbattimento delle aliquote Irpeg e Ilor che, attualmente, sono troppo elevate per effettivamente applicate''.

(Tes/Gs/Adnkronos)